Sicilia

Cammino di Santa Rosalia: Itinerarium Rosaliae

Dalla Grotta della Quisquina a Monte Pellegrino di Palermo, 180 km complessivi da fare attraversando il Parco dei Monti Sicani, l’Alto Belice Corleonese e la Conca d’Oro, tra paesaggi mozzafiato e colori unici come solo la Sicilia sa riservare.

1° giorno: dall’Eremo di S. Rosalia a S. Stefano Quisquina — km 6+5

In Mattinata ritrovo a Santo Stefano Quisquina e partenza alla volta dell’Eremo di Santa Rosalia; dopo la visita alla Santuzza nella Grotta e la consegna della Charta Peregrini partenza per la prima mini-tappa: pochi km ma suggestivi poiché passeremo da una secolare roverella, conosciuta come la grande quercia, e dalla Fattoria dell’Arte Rocca Reina per visitare il Teatro Andromeda al tramonto e da qui tornare in paese. Per la notte saremo ospiti dell’Albergo Diffuso “Quisquina”.

2° giorno : da Santo Stefano Quisquina a Palazzo Adriano — km 22,5

Tappa impegnativa caratterizzata dai panorami mozzafiato ammirati dalla dorsale della Montagna delle Rose, una delle vette più alte del Parco dei Monti Sicani con i suoi 1.426,00 mt di altitudine. Arriveremo a Palazzo Adriano nella famosa piazza scenario del film Premio Oscar “Nuovo Cinema Paradiso”. Pernotto in B&B.

3° giorno: da Palazzo Adriano a Burgio (Contrada Campello) — km 16

Percorso interamente in montagna tra le aree più interessanti dei Monti Sicani, fra boschi e rilievi geologici dell’età del Permiano di elevata importanza come la Pietra dei Saraceni da cui passeremo. Giunti in Contrada Campello faremo un transfer sino a Chiusa Sclafani per cenare e dormire in B&B. Prima di partire breve visita di Palazzo Adriano.

4° giorno: da Chiusa Sclafani a Campofiorito — km 18

Tappa senza particolari dislivelli ed in gran parte lungo il tracciato della vecchia ferrovia a scartamento ridotto che si conclude alla ex stazione ferroviaria di Campofiorito dove ci fermeremo per la notte.

5° giorno: da Campofiorito a Corleone — km 10

Attraverseremo la campagna corleonese tra vecchie stazioni e caselli abbandonati lungo la vecchia ferrovia dismessa. La tappa soft ci permetterà di recuperare energie e visitare Corleone. Pernotto in B&B.

6° giorno: da Ficuzza a Rossella (Piana degli Albanesi) — km 25

Dopo un breve transfert alla Real Casina di caccia di Re Ferdinando IV di Borbone partiremo verso la Masseria Rossella attraversando il cuore del bellissimo bosco di Ficuzza e costeggiando il lago dello Scanzano. Pernotto in Agriturismo.

7° giorno: da Rossella (Piana degli Albanesi) a Piana degli Albanesi — km 16

Tappa non particolarmente difficoltosa: dalle falde dei Monti Rossella e Leardo giungeremo al Lago di Piana e da qui nella capitale Arberëshe di Sicilia dove visiteremo il Duomo di S. Demetrio. Pernotto in B&B.

8° giorno: da Piana degli Albanesi a Monreale — km 24

Dopo aver risalito le pendici dei Monti di Piana (Serre della Pizzuta, Costa del Carpineto e Punte della Moarda), scenderemo verso la Conca d’Oro che annuncia la città. All’arrivo ci sistemeremo in una struttura religiosa del centro storico e ceneremo in un locale tipico nei pressi del Duomo.

9° giorno: da Monreale a Monte Pellegrino (Palermo) — km 18

Epilogo del Cammino con la discesa al vecchio Cassaro e, dopo aver attraversato il cuore di Palermo, faremo l’Acchianata devozionale al Monte (che i greci chiamarono Ercte per la sua ripidezza) per raggiungere la Grotta della Santuzza.

Sei interessato a questa proposta?

RICHIEDI UNA QUOTAZIONE